Categorie
Isole

Ruggine

SCROSTARE IL CERCHIO MAGICO

(ovvero del ritrovare la verità; liberi esercizi #1)

La rimozione della ruggine, anche da un modesto e al contempo mitico cerchio di basket, è esercizio catártico: richiede una certa applicazione di forza e una certa attenzione ai dettagli. È anche esercizio che fa emergere la verità delle cose: se, lì sotto, c’è del buon ferro, all’ultimo raggio di sole brillerà, proprio come il raggio verde di #Rohmer.

Così accade in letteratura, per gli autori grandi (come #Shakespeare o #Simenon): basta che la scrittura gratti e graffi sotto la ruggine delle apparenze, quasi sempre innescata da una rivelazione (un corpo senza vita, un omicidio, un delitto politico, un divorzio doloroso) per scoprire tutto ciò che era nascosto.

Le falsità, le ipocrisie, le adulazioni, le rimozioni. Il finto sorriso e il finto cordoglio. La generosità e l’avidità.

E brilla il nudo metallo della verità, niente meno.

(Diamonds & Rust, cantava Joan #Baez, che è un po’ come dire, con il nostro #deandré, dai diamanti non nasce niente, sotto la ruggine ritrovi i fior).